Passa ai contenuti principali

Princess di Lauren Kate

Autore
Lauren Kate
Titolo
Princess
Anno di pubblicazione
2011
Pagine
234


Libro cartaceo 17,00 E
E-book 3.49 E


"Natalie Hargrove sarebbe disposta a uccidere pur di farsi eleggere "Principessa" della scuola, e non tollera l'idea che, al suo fianco, rischi di vincere non il fidanzato Mike ma Justin, un ragazzo a cui la legano sgraditi ricordi. Mentre fervono le manovre per conquistare i voti dei compagni, durante una festa di carnevale, Natalie e Mike si imbattono in Justin ubriaco, e Nat decide di legarlo di fronte alla chiesa, sottraendogli dalle tasche alcune pillole che scambia per droga. Ma il mattino dopo, lo scherzo diventa tragedia: Justin viene ritrovato morto, e davanti a Nat si spalanca l'abisso delle responsabilità da cui ormai non può più fuggire. Tra segreti inconfessabili, ricatti, premonizioni, il primo romanzo di Lauren Kate è il ritratto appassionante, duro ma vero, di un'adolescenza americana."

E' la prima volta che mi accosto a questa scrittrice. E' un'autrice molto famosa per la trilogia di Fallen (come ricorda anche la copertina di Princess), saga che ha avuto un successo fenomenale in America e in Italia. Personalmente non ho letto ancora la saga e, dopo aver letto Princess, non so se ne ho ancora voglia.

Princess è stato una totale delusione. E' stato un acquisto d'impulso per la copertina e per ciò che prometteva la trama. Dovrebbe essere un giallo mistery ma di giallo mistery ha ben poco. Lo definirei piuttosto un giallo al contrario. Il punto di vista, infatti, è di coloro che hanno commesso il reato. Il narratore diventa, in qualche modo, complice con i protagonisti e insieme devono cercare il modo per non far ricadere le colpe su di loro. Idea brillante ed originale. Ma, ahimè, sfruttata male. Le cause dell'insuccesso potrebbero essere molteplici, ma la brevità del libro di certo non aiuta. Forse con più pagine a disposizione, il romanzo sarebbe riuscito meglio. Il romanzo si caratterizza per l'inettitudine dei personaggi. La protagonista è Natalie, una ragazza proveniente dai bassifondi e grazie ai matrimoni vantaggiosi della mamma riesce ad acquisire uno status sociale migliore. Il suo compagno d'avventure è Mike, il suo fidanzatino, il quale sembra ancora più imbranato di Natalie. L'ambizione massima dei due è vincere il titolo di Principe e Principessa del ballo. Questa fortissima voglia di vincere l'ambito titolo li spingerà a commettere un reato. Natalie e Mike cercheranno di fare il possibile per nascondere le prove a loro carico. Insomma! Su quest'ultima frase avrei da ridire. I protagonisiti, come detto poco prima, si contraddistinguono per l'inettitudine. Non fanno nulla, rimangono fermi ad aspettare che gli eventi accadono e che qualcuno (una sorta di Deux Ex Machina) faccia qualcosa per loro. Ma svegliaaaa!!!! Accanto alla storia principale si sviluppano altre piccole storie, anch'esse insignificanti.
Altro tratto negativo, che peggiora la reputazione del libro, sono i titoli dei capitoletti. Sono banali e totalmente incoerenti con il contenuto del capitolo.
Il finale è molto tragico e surreale. Non rispetta per niente il principio della verosimiglianza. In effetti è quello che merita ed è un atto necessario, ma veramente surreale.
Intorno a tutto questo marasma di elementi negativi, ci sono, però, alcuni elementi positivi: è un romanzetto semplice adatto ad un pubblico di adolescenti anche per l'assoluta mancanza di riferimenti sessuali.
Avevo delle basse aspettative riguardo questo romanzo e la lettura non ha fatto altro che mantenere queste basse aspettative.



✿ܓ✿ܓ✿ܓ✿ܓ✿ܓ✿ܓ✿ܓ✿ܓ✿ܓ✿ܓ✿ܓ✿ܓ✿ܓ✿ܓ✿ܓ✿ܓ✿ܓ 
Giudizio complessivo: 

Giudizio molto basso e negativo. non ne consiglio neppure la lettura. E', in assoluto, uno dei peggiori libri mai letti. Con una stellina mi riferisco al fatto che non consiglio la lettura di questo libro, perchè totalmente inutile. La lettura di un libro del genere non arricchisce in alcun modo il lettore, leggere questo romanzo non cambia assolutamente nulla. Non ha con sè finali portatori di messaggi e valori "sani". Non ha un messaggio e basta. Anche per come il libro di chiude, sembra un primo tentativo della scrittrice (ricordiamo che è il romanzo d'esordio di Lauren Kate). E poi 17 euro per un libro piccino... La copertina fa il suo per attrarre il lettore, ma è come un bel frutto che poi dentro è completamente marcio. A che serve?

Fatemi sapere come sempre se avete letto questo libro e cosa ne pensate. 
Un abbraccio :D

✿ܓ✿ܓ✿ܓ✿ܓ✿ܓ✿ܓ✿ܓ✿ܓ✿ܓ✿ܓ✿ܓ✿ܓ✿ܓ✿ܓ✿ܓ✿ܓ✿ܓ 

Commenti

Post popolari in questo blog

La straniera di Diana Gabaldon #1

*** NO SPOILER ***
Ho appena finito di leggerlo e non vedevo l'ora di condividere con voi questa mia esperienza. Sì perchè penso che io possa parlare di una vera e propria esperienza. Una lettura impegnativa, non per il contenuto ma piuttosto per la mole. La Gabaldon mi ha accompagnato per quasi un mese ed il distacco è stato duro. Sì perchè mi ero affezionata ai personaggi e alle proprie storie, mi ero ambientata nelle Highlands, mi sentivo parte del loro gruppo.
La Straniera della Gabaldon racconta le vicissitudini di due personaggi: Claire e Jamie. Clarie è una donna "contemporanea" che, attraverso un passaggio di pietre segreto e uno strano incantesimo a cui assiste, si ritrova catapultata in un'altra epoca, ovvero nel 1740 circa. Inizialmente sembra non accorgersene o non darci peso, ma poi capisce la "gravità" di ciò che le accaduta e cerca di ritornare al cerchio di pietre, laddove si era ritrovata dopo l'incantesimo. Nel frattempo diventa la cro…

Un sogno tra i fiocchi di neve di Corina Bomann

Anna odia il Natale e con esso l'atmosfera di magia e serenità che si respira solitamente in quel periodo. Infatti, ogni anno decide di evadere dall'eccessiva aria melensa e dal frastuono derivato dalle corse al regalo perfetto o dell'ultimo minuto per raggiungere una qualsiasi località estiva in cui non ci sia aria natalizia. 

Ma quest'anno Anna ha cambiato programma: in seguito a una mail inviatale dal suo fratellino Jonathan e alle insistenze della dolce signora Hallmann, Anna decide di tornare a casa per  trascorrere le feste di Natale con la sua famiglia, e in particolare con Jonathan. Così, prende il treno direzione Berlino ma, sfortunatamente, si addormenta nel treno e si ritrova al capolinea, a Binz. Da qui partono una serie di "sfortune" e piccoli incidenti di percorso che potremmo riassumere con Mai Una Gioia! Incontra vari "angeli" che accorrono in suo aiuto ma tutto sembra un complotto atto a non far tornare Anna a casa! Ovviamente il fin…

Quanti e quali dei 100 libri della BBC ho letto?

Salve a tutti! Oggi ritorno con un post/giochino che sta spopolando su tutti i social e che io volevo proporvi qui, sul mio blog.  Accanto a ogni libro dovete mettere una ✔ se l'avete letto tutto, una ✖🆇 se l'avete cominciato ma non finito e nulla se non l'avete mai letto, così da vedere se superate la media stimata dalla BBC (6/100). Letti: 15
Non terminati: 15
(In lista/da riprendere: 25 ) 1. Orgoglio e Pregiudizio – Jane Austen ✖
2. Il Signore degli Anelli – JRR Tolkien ✖
3. Il Profeta – Kahlil 
4. Harry Potter – JK Rowling 
5. Se questo è un uomo – Primo Levi 
6. La Bibbia   🆇
7. Cime Tempestose– Emily Bronte ✔
8. 1984 – George Orwell 🆇
9. I Promessi Sposi – Alessandro Manzoni 🆇✖
10. La Divina Commedia – Dante Alighieri  🆇
11. Piccole Donne – Louisa M. Alcott ✔
12. Lessico Familiare – Natalia Ginzburg 
13. Comma 22 – Joseph Heller
14. L’opera completa di Shakespeare 🆇✖
15. Il Giardino dei Finzi Contini – Giorgio Bassani ✔
16. Lo Hobbit – JRR Tolkien 
17. Il Nome della Rosa – Umbert…